MAURITANIA 4X4 ADRAR CHALLENGE,relitti navi,treno choum,ben amera,passo ten zak,erg makteir,sebka chem cham,erg amatich,passo esnaie,chott el bayad,passo amogjar,cratere richat,ouadane,chinguetti,passo tifoujar,atar,oasi terjit,vallee blanche,banc aguin,atar,banc arguin,ben amera,chinguetti,cratere richat,deserto mauritania,ferrovia mauritania,frontiera mauritania,guerguerat,itinerari mauritania,mauritania,dakhlet,mauritania 4x4,mauritania adrar,mauritania fuoristrada,mauritania inchiri,mauritania off road,mauritania piste dakar,mhaireth,ouadane,passo amogjar,passo terjit,passo tifoujar,piste mauritania 4x4,tour mauritania,treno mauritania,mauritania 4x4 adrar challenge, viaggi 4x4 mauritania, viaggi avventura mauritania, jeep tour 4x4 mauritania, fuoristrada mauritania, itinerari 4x4 mauritania 4x4 adrar challenge, mauritania self drive, mauritania fai te, vacanze mauritania 4x4 proprio, viaggi gruppo mauritania, jeep tour mauritania, viaggi organizzati mauritania,viaggi 4x4,MAURITANIA 4x4
Telefono agenzia +39 06 6050 7246
Orari: Lun/Ven 1000/1800, Sab 1000/1300

GSM 347 6301 739 (+39)


anche SMS, WHATSAPP e TELEGRAM
NEWSLETTER E SCONTI
Per ricevere in anteprima
informazioni, novità ed offerte
Clicca qui per dare un MI PIACE a VIAGGI4X4

 DESTINAZIONI ALGERIA CORSI CORSICA CROAZIA GRECIA ISLANDA MAROCCO MAURITANIA NAMIBIA OMAN SARDEGNA SLOVENIA SPAGNA TUNISIA TURCHIA
 PROSSIME PARTENZE CORSI CROAZIA GRECIA MAROCCO MAURITANIA SARDEGNA SLOVENIA SPAGNA TUNISIA
VIAGGI4X4  4x4 in MAURITANIA  MAURITANIA 4X4 ADRAR CHALLENGE 4X4 con marce ridotte   Campi in bivaccoCampeggi  MAURITANIA 4X4 ADRAR CHALLENGE  ElevataMAURITANIA 4X4 ADRAR CHALLENGE  ElevataMAURITANIA 4X4 ADRAR CHALLENGE  ElevataMAURITANIA 4X4 ADRAR CHALLENGE  ElevataMAURITANIA 4X4 ADRAR CHALLENGE  ElevataMAURITANIA 4X4 ADRAR CHALLENGE

TIPOLOGIA: MAURITANIA, 21gg/20nn in Campi in Bivacco + Campeggi
Se ti piace questo viaggi in MAURITANIA, condividili su Facebook

DIFFICOLTÀ: Elevata, 4x4 con marce ridotte
PUNTI FOCALI: RELITTI NAVI, TRENO CHOUM, BEN AMERA, PASSO TEN ZAK, ERG MAKTEIR, SEBKA CHEM CHAM, ERG AMATICH, PASSO D'ESNAIE, CHOTT EL BAYAD, PASSO D'AMOGJAR, CRATERE RICHAT, OUADANE, CHINGUETTI, PASSO TIFOUJAR, ATAR, OASI TERJIT, VALLEE BLANCHE, BANC D'AGUIN,

MAURITANIA 4X4 ADRAR CHALLENGE - Mauritania, terra di deserto e paese di nomadi. Un affascinante e colorato raid attraverso le antiche vie carovaniere del Nord Africa. La Mauritania ti stupirà con il fascino semplice ed immutato dei villaggi e delle genti. Oltre 2.000 km attraverso le regioni del Dakhlet, Inchiri e Adrar, visitando i luoghi più caratteristi e sperduti, gli inquietanti monoliti, ancestrali sculture e pitture rupestri, i più ostici e spettacolari passi di montagna, i deserti più affascinanti fino alle spiagge sull'Oceano. Una avventura di oltre 9.000 km totali da percorrere tra Spagna, Marocco e Mauritania, 21 giorni in campeggi e campi in bivacco, per chi non ama le comodità, per chi ama guidare attraverso un sogno. MAURITANIA 4X4 ADRAR CHALLENGE
Le immagini hanno puro valore indicativo

MAURITANIA 4X4 ADRAR CHALLENGE
Le immagini hanno puro valore indicativo
QUI PUOI SVILUPPARE IL TUO PREVENTIVO AUTONOMO, IMMEDIATO E SENZA IMPEGNO
   DATE DI PARTENZA E PREZZI

PRESENTAZIONE

MAURITANIA 4x4 -

MAURITANIA 4X4 ADRAR CHALLENGE

PRENOTA SENZA INVIARE ANTICIPO! Fai il tuo preventivo e blocca subito il tuo sconto,
MA NON INVIARCI DANARO almeno fino a che non si avrà la certezza di poter partire.

Se pensavate che finora il Nord Africa vi avesse mostrato tutto, non potete perdere questa avventura in Mauritania. Non potrete mai sentirvi più sorpresi, accolti e coinvolti.

EMOZIONI ED ADRENALINA
Un viaggio in fuoristrada attraverso le remote regioni del Dakhlet, Inchiri e Adrar, non è certo per turisti della domenica. Le lunghe distanze, le inesistenti comodità di alberghi e ristoranti, gli arbusti spinosi, le rocce acuminate e la navigazione sulla sabbia potrà essere difficile, soprattutto quando le tempeste di sabbia ne cancellano le tracce.

STORIA E PREISTORIA
Nascosti tra la sabbia si possono trovare graffiti e manufatti, resti di popolazioni preistoriche, tanto che in alcuni momenti potrà sembrare di essere nell'Akakus Libico, oppure i residui centri degli antichi commerci sahariani, come Ouadane e Chinguetti che, anche se ormai ben lontani dal loro splendore originale, restano del Patrimonio Mondiale dell'Umanità dal 1996.

IL TRENO DEL DESERTO
Il treno della compagnia mineraria SNIM collega Zouerate a Nouadhibou, ovvero le miniere della Mauritania all'Oceano Atlantico. I suoi 700 km a binario unico fiancheggiano ad angolo retto il confine che, negli anni '60, separava la Mauritania dal Marocco. La lunghissima fila di vagoni è trainata da 3 o 4 locomotive diesel GENERAL MOTORS da 3300 HP poste in testa al convoglio. Seguono i carri minerali con un carico utile di 84 t (fino a 210 carri per treno), ed altri vagoni diversi, con una lunghezza totale che può raggiungere i 2,5 chilometri. Un treno leggendario, che è stato per molto tempo il più lungo e pesante del mondo.


IL PASSO D'AMOGJAR
Il passo Amogjar è un affascinante canyon. il sentiero costeggia i ghiaioni dell'altopiano orientale e sale gradualmente in una gola che consentirà il passaggio attraverso le scogliere tabulari di Dhar Chinguitti. Con una piccolissima deviazione, e in cima al passo, si può raggiungere il famoso Fort Saganne costruito da una troupe cinematografica per i set di un film francese girato nel 1983 e diretto da Alain Corneau, sulle stesse rovine di un vecchio forte francese. Per la cronaca, il generatore delle riprese del film ora accende Chinguetti tre ore al giorno.

CHINGUETTI E OUADANE
Difficile pensare ad un viaggio in Mauritania senza dedicare una visita in questi luoghi. L'antica e storica città carovaniera di OUADANE domina un palmeto e si trova a circa 200 km da Atar, nella regione di Adrar (Mauritania settentrionale), vicino a Chinguetti. Ouadane fu fondata nel 1141 e conobbe un'intensa influenza spirituale, perché idealmente situata sulla rotta carovaniera del commercio trans-sahariano ma, in seguito al declino di questo commercio ed a vari cicli di siccità, la città cadde nell'oblio. Il turismo, apparso dieci anni fa, sembra essere un nuovo mezzo di rivitalizzazione e sviluppo economico. La prima biblioteca in Mauritania è stata costruita a Ouadane ed è qui che è stato ritrovato il manoscritto più antico. La cittadina di CHINGUETTI, inesorabilmente invasa dalla sabbia del deserto, ospita vere e proprie "università del deserto" classificate dall'Unesco come Patrimonio dell'Umanità. Di questo glorioso passato, sulle strade delle grandi carovane, rimangono oggi migliaia di manoscritti, i più antichi dei quali risalgono all'XI secolo. Un patrimonio minacciato da termiti e sabbia che è oggetto di un piano internazionale di conservazione. Proprietà di famiglie numerose e tramandate di padre in figlio secondo il diritto consuetudinario, questi libri, dedicati al Corano, alla scienza coranica, alla poesia, alla grammatica, alla giurisprudenza, all'astronomia, alla matematica e alla medicina, sono sopravvissuti alla prova del tempo e all'avidità dei collezionisti. La maggior parte dei libri sono realizzati in pelle di capra, pecora, gazzella o antilope e le pagine, per i più vecchi, sono di pergamena di gazzella. Successivamente, la carta sostituirà la pergamena. Alcuni manoscritti sono riccamente miniati e i testi spesso si alternano tra inchiostro nero e inchiostro rosso. Questi manoscritti sono copie fatte con i proprietari da ospiti di passaggio che sono stati accolti con il doppio principio che la cultura appartiene a tutti e che l'ospitalità è sacra. Altri sono stati copiati da scribi-carovanieri, approfittando della sosta serale per far avanzare un po 'il loro lavoro.

IL PASSO DEL TIFOUJAR
L'incredibile fascino del passo del Tifoujar, è percorribile solo in 4x4 o in cammello. Quasi impossibile da guidare in salita, si trova sull'altopiano di Adrar. Il passo, completamente sabbioso, domina l'omonima gola che termina nella Oued el Abiod o Valle Bianca sul lato orientale e dà origine all'erg Amatlich sulle sue pendici occidentali. Una esperienza unica!

L'OASI DI TERJIT
Terjit è esattamente come una oasi la si immagina nei sogni: un ambiente verde incastonato in un canyon di roccia color ocra, in mezzo a una sabbia che si tinge di 'arancio al tramonto. Terjit è racchiusa tra due alte scogliere di forma tabulare.ed irrigata da due sorgenti permanenti, una calda ed una fredda che si miscelano poco avanti.

LA SPIAGGIA ED IL BANCO DI ARGUIN
Per percorrere gli 80 km di questa spiaggia che si affaccia all'Oceano, costellata delle tipiche colorate barche da pesca mauritane, occorre far coincidere con le maree, altrimenti il rischio di rimanere bloccati dal mare è elevato dato che, in alcuni punti, il mare sale fino alle dune impedendo qualsiasi rientro verso l'interno. Il Banc d'Arguin fu eretto in un parco nazionale il 14 giugno 1976 dal professor Théodore Monod con l'obiettivo di garantire la protezione del sito e renderlo un luogo di ricerca scientifica. Questa vasta area protetta, situata tra l'Oceano Atlantico e il deserto del Sahara, si estende per oltre 12 000 km² lungo la costa mauritana. Ospita la più grande concentrazione di uccelli dell'Africa occidentale. Oltre due milioni di uccelli residenti o migratori trovano riparo e cibo in abbondanza nella zona.

NON SOLO DESERTI
I deserti della Mauritania coprono oltre l'80% del paese e sono un vero paradiso per gli appassionati della sabbia. Le dune di colore bianco, ocra e arancione si alternano con le aspre montagne marroni e nere, gli altipiani, i verdi palmeti ed il suono del silenzio sono in gran parte tutto quello che si potrà vedere e sentire. E dopo il tramonto, quando il cielo rossastro diventa scuro, le innumerevoli stelle ti fanno sentire umile e sgomento, notte dopo notte.

UN SOGNO CHE LASCIA IL SEGNO
Tuttavia, dopo aver trascorso 3 settimane alla guida attraverso Spagna, Marocco e Mauritania, tornerete con i ricordi pieni di di storie di amicizia, di sfide e di pura bellezza assoluta. E se vorrete fare lo sforzo di tuffarvi in questo polveroso paese sahariano, ne sarete notevolmente ricompensati e solo dopo, in tutta sincerità, potrete raccontare come la Mauritania può cambiare la vostra vita.

PERCHÉ IL TRASFERIMENTO STRADALE ATTRAVERSO LA SPAGNA ?
A causa degli elevati costi delle navi e dei rischi di assembramento, a conti fatti, il trasferimento stradale è molto più conveniente, e si rivelerà davvero piacevole, oltre qualsiasi aspettativa! Le autostrade spagnole sono molto scorrevoli e permettono, senza correre, di essere già in Africa in soli 2 giorni con un itinerario molto gradevole e divertente. Questo, oltre ad un notevole risparmio economico ci permetterà di iniziare la vacanza da subito! I camping che utilizzeremo in Spagna sono molto belli, con ombra e piscina, ed inoltre, chi avrà qualche giorno in più a disposizione, potrà approfittare della visita di tante città della bellissima Spagna, o della sosta nelle tante incantevoli località marine, insomma, di aggiungere una vacanza alla vacanza! Ovviamente, chi invece desidera effettuare comunque il trasferimento in nave fino in Marocco, potrà agganciarsi al gruppo in Marocco in quanto i tempi, in macchina o in nave, sono gli stessi.

CONSIGLI PER TRASFERIMENTI PER/DA BARCELLONA
VIA TERRA:Barcellona può essere raggiunta dal Nord Italia attraverso la Francia, il Sabato è a disposizione per il trasferimento stradale (mediamente 600 km), rientro a Barcellona il Sabato pomeriggio per permettere il rientro stradale ed essere la Domenica a casa.
VIA NAVE: Possibilità di collegare l'incontro a Barcellona utilizzando le navi di linea Grimaldi da Civitavecchia e Savona, oppure con GNV Genova,

ITINERARIO

PROGRAMMA DI VIAGGIO E DETTAGLIO DELL'ITINERARIO DI MAURITANIA 4X4 ADRAR CHALLENGE

TRASFERIMENTO LIBERO CON APPUNTAMENTO A BARCELLONA
Trasferimento libero dei Partecipanti verso Barcellona. Lasciamo libera la possibilità di raggiungere Barcellona in quanto, a seconda della città italiana di partenza, si possono scegliere strade diverse per l'attraversamento della Francia o decidere di raggiungerla via nave dai vari porti italiani. Possibilità di richiedere in agenzia la biglietteria navale.

1° giorno (DOM): BARCELLONA / DESPENAPERROS (SPAGNA) (710km)
Partenza di buon mattino ed INIZIO DEI NOSTRI SERVIZI. Veloce trasferimento sulle comode autostrade e superstrade spagnole, molto spesso gratuite. Giungiamo nel parco del Despanaperros, poco distanti da Cordoba. Pernottamento in un ottimo campeggio con piscina, cena libera non compresa (possibilità di ottime paella e sangria presso il ristorante del camping).

2° giorno (LUN): DESPENAPERROS (SPAGNA) / TANGERI-MED / LARACHE (MAROCCO) (530km)
Partenza in direzione di Algesiras per l'imbarco verso il Marocco, con il primo traghetto utile, per la traversata di circa 1h e 30m fino a Tangeri-Med (biglietteria extra-non compresa). Operazioni doganali di ingresso in Marocco prima di proseguire verso Larache per il nostro primo bivacco su spiaggia.

3° giorno (MAR): LARACHE / MARRAKECH (500km)
Inizia il nostro lungo e fastidioso, ma indispensabile, trasferimento stradale verso Gueguerat, la frontiera tra Marocco e Mauritania). Sarà tanta la strada da percorrere, ma l'entusiasmo di voler calcare quanto prima la Terra dei Mauri, ci farà macinare i chilometri senza fatica. Il trasferimento completamente autostradale ci porterà fino al nostro bellissimo campeggio, con piscina ed idromassaggio. Pernottamento in campeggio con possibilità di bungalow (bungalow extra-non compreso), serata libera per la visita di questa perla del Marocco, cena non compresa.

4* giorno (MER): MARRAKECH / TIZNIT (570km)
Proseguiamo le nostre tappe di trasferimento. Seguendo veloci direttrici verso sud, su autostrada e strade nazionali, raggiungiamo la città di Tiznit, famosa per la lavorazione dell'argento. Pernottamento in campeggio.

5° giorno (GIO): TIZNIT / LAAYOUNNE (570km)
Proseguiamo sempre verso sud. Giunti a Tan Tan, e da qui in poi, in poi inizia la tortura dei posti di controllo militari. Quanti siete? Dove andate? Pur avendo già pronta una risposta scontata, con un sorriso salutiamo i numerosi militari che si occupano, e si preoccupano, della nostra sicurezza. Sì, perché oramai siamo in pieno Sahara occidentale, il mitico Western Sahara. Questa è una regione militarizzata e detassata, dove il carburante costa meno della metà. Dopo la sosta al "Buco del Diavolo", uno spettacolare foro naturale nella scogliera che accoglie all'interno le onde dell'Oceano, giungiamo a Laayounne. Questa è una cittadina di pesca dove sarà possibile mangiare pesce freschissimo ad un costo irrisorio. Giunti in campeggio, serata libera e cena non compresa.

6° giorno (VEN): LAAYOUNE / DAKHLA (500km)
Riprendiamo la lunga striscia di asfalto della N1 e continuiamo la discesa verso sud. Sulla destra si avvicendano gli splendidi scenari di basse scogliere, di spiagge e lagune deserte e di numerosi villaggi di pescatori. Questa costa di oceano ha visto numerosissimi naufragi e navi arenante, così con una deviazione scendiamo sulla spiaggia per fotografarne alcuni. Raggiungiamo Dakhla, capoluogo della regione Dakhla-Oued Ed Dahab, situata sulla penisola del "Rio de Oro" che si estende parallela alla costa creando una estesa laguna naturale, paradiso degli amanti del kitesurf. Ci sistemiamo per la notte in bivacco sulla laguna. Dakhla ha un aeroporto e può essere facilmente raggiunta con voli low-cost, utile per chi vuole ricongiungersi o ripartire senza dover effettuare il trasferimento stradale.

7° giorno (SAB): DAKHLA / BOULENOUAR (MAUTITANIA) (370km)
Oramai manca poco al confine tra Marocco e Mauritania. L'adrenalina sale e raggiunta la frontiera di Guerguerat, comincia la trafila di fiches e controlli. Percorriamo la desolata e squallida terra di nessuno, circondata da campi minati, prima di avvistare l'avamposto della frontiera mauritana dove il rilascio dei visti di ingresso ci impegnerà non poco. Ma già si comincia a respirare un'aria diversa e dopo pochi chilometri puntiamo in direzione di Choum. La strada è circondata dal deserto ed ci addentiamo appena per montare il bivacco.

8° giorno (DOM): NOUADHIBOU / BEN AMERA (350km)
Partiamo sempre in direzione est e per tutta la giornata viaggiamo su pista insabbiata e dune che fiancheggiano la famosa ferrovia che giunge fino a Zouerat, nella zona del Dayet Teintan dove si estrae il prezioso ferro. Il passaggio dell'interminabile "treno del ferro", il più lungo del mondo con oltre 2km di vagoni, è sempre un momento di incredibile emozione. Il treno trasporta il minerale estratto nelle miniere di Zouerat, ma anche cisterne, auto e passeggeri, in una tratta di 700 km che termina nella città costiera di Nouadhibou, dove avviene la lavorazione del minerale ed il suo imbarco sulle navi. Giungiamo nei pressi del monolite di Ben Amera. Qui la leggenda narra di un adulterio in quanto Ben Amera, tornato da un viaggio, si accorge del tradimento della moglie Aisha. Non vuol sentire ragioni e la ripudia insieme ai figli e alla serva, allontanandoli per sempre. Poco più avanti si scorge il proseguimento della storia: la forma in pietra di Aisha e più in basso i resti pietrificati dei suoi bambini. Alla fine del 1999, per festeggiare l'arrivo del terzo millennio, il governo mauritano chiese a venti artisti provenienti da tutto il mondo di scolpire queste rocce per rappresentare simboli quali la pace e la fratellanza, il sole. Facciamo campo in bivacco.

9° giorno (LUN): BEN AMERA / TEN ZAK / ATAR / PASSO AMOGJAR (270km)
Dopo alcuni chilometri abbandoniamo la ferrovia per puntare a sud, in direzione del passo di Ten Zak. Lo scenario cambia ed, in lontananza, massicci scuri ci distraggono da lunghi tratti sabbia. Niente è monotono e strane formazioni rocciose, erose dal vento, ci sfidano a gare di fantasia. Dopo molti chilometri di piste e di dune, ci ricongiungiamo all'asfalto. Entriamo nella zona montuosa, e lo spettacolare Passo di Ten Zak ci regalerà un panorama eccezionale. L'asfalto ci condurrà fino alla città di Atar, capoluogo di regione dell'Adrar, situata sulla strada antica carovaniera per il Marocco. Facciamo sosta per i rifornimenti di alimentari nel souk della città e di carburante per i veicoli. Sempre su asfalto lasciamo Atar per salire il Passo di Olud Abnou fino a scendere alla pista delle Pitture rupestri che ci condurrà al Passo d'Amogjar, nell'altopiano di Adrar. Con una deviazione raggiungiamo il Fort Seganne, antico forte utilizzato dalla Legione Francese nel periodo di occupazione colonialista, successivamente in parte ripristinato (1984) quale set cinematografico. Per curiosità, il generatore utilizzato per le riprese, ancora oggi illumina per 3 ora la città di Chinguetti. L'Agrour Amogjar è una vetta alta 690 mt. e le sue piccole grotte naturali ospitano una ricca collezione di pitture rupestri in stato di degrado. Un recinto protegge l'accesso ad alcune delle grotte, mentre in altre l'accesso è a pagamento. Le strette e pietrose gole ci impegneranno non poco nella preparazione della pista e nei difficili passaggi che metteranno a dura prova veicoli, gomme e sospensioni. Pietre ed alcuni tratti sabbiosi ci accompagneranno per molti chilometri in direzione dell'Erg Makteir. Campo in bivacco.

10° giorno (MAR): PASSO D'ESNAJE / RICHAT / OAUDANE (300km)
Fiancheggiamo l'imponente Erg Makter ed attraversiamo il paesaggio lunare della Sebkah Chem Cham, dove il terreno molle cela molte insidie. La pista torna ad essere insabbiata ed il Makteir ci accompagnerà per molti chilometri fino aulla vasta depressione di El Bayad dove la pista si farà di nuovo dura prima di iniziare a risalire l'altopiano del pietroso Passo D'Esnaie. Successivamente, le lunghe discese pietrose ci riporteranno a valle in direzione del Guelb El Richat. Il famoso cratere Richat, del diametro di oltre 40 km è visibile fin dallo spazio, ed essendo perfettamente circolare, è anche detto l'occhio dell'Africa. Pur sembrando un cratere generato dall'impatto di un eccezionale meteorite, sembra invece essere una enorme dolina. Attraversiamo il Guelb e proseguiamo in direzione di Oaudane attraversando un immenso e soffice plateau dove possiamo scorgere anche i resti di un fortino portoghese. Oaudane, situata sull'altopiano dell'Adrar, venne fondata nel 1147 dalla tribù berbera Idalwa el Hadji e divenne ben presto un importante tappa per le carovane, nonché centro di commercio. La città vecchia (patrimonio dell'umanità), nonostante sia in rovina è ancora sostanzialmente intatta. Facciamo una breve sosta per la visita e proseguiamo in direzione di un altro famoso riferimento mauritano: la città di Chinguetti. Campo in bivacco lungo la pista.

11° giorno (MER): CHINGUETTI / TIFOUJAR / ERG MALISSYD (280km)
Oggi ci attende una tra le più coinvolgenti giornate del viaggio. Dopo tanti chilometri di guida nel deserto giungiamo a Chinguetti e, mentre ci accingiamo ad una sosta per la visita della città e della famosa biblioteca che custodisce antichissimi libri e copie manoscritte del Corano, veniamo sommersi da bambini e venditori ambulanti. È una costante in questi lontani centri, dove l'arrivo di viaggiatori e turisti sono eventi singolari e, forse, le poche ed uniche occasioni per fare affari o per chiedere dei regali. Caramelle, penne, matite colorate, quaderni, vestiti ed occhiali sono i "cadeau" più graditi da grandi e piccini. Facciamo rifornimento di carburante e viveri e lasciamo Chinguetti sull'asfalto che ci condurrà all'Oasi di Terjit, oasi nota alla gente del posto come il paradiso nell'inferno. Per centinaia di anni è stato un luogo di riposo e rifugio per carovane e viandanti solitari, follemente coraggiosi, che sceglievano di viaggiare attraverso il vasto deserto del Sahara. Oggi,l'oasi di Terjit è meta delle locali famiglie benestanti per le loro vacanze. La particolarità dell'oasi presenta due sorgenti, una di acqua fredda ed una di acqua calda, poco distanti che si mescolano in un unico canale che provvede all'irrigazione del palmento. Lasciamo l'asfalto in direzione della Vallee Blanche, su morbidi tappeti di sabbia dove la guida si fa attenta nel cercare i bassi corridoi tra le dune e tratti di pesante fech fech, benché circondati da enormi massicci. Le alte dune dell'Erg Malich ci preannunciano lo scenario dell'incantevole Passo del Tifoujar, una questa stupenda valle incantata teatro della vecchia Dakar. Il passo del Tifoujar, esclusivo passaggio per cammelli e veicoli 4x4, ci impegnerà non poco alla guida sulle lunghe dune in discesa verso il villaggetto di Legleittad. La pista e la sabbia proseguono in direzione della "Grande Duna" fino ai piedi del maestoso Erg Malissyd, dove faremo campo in bivacco.

12° giorno (GIO): AKJOUJIT / PLAGE D'ARGUIN (370km)
Al mattino, la nostra direzione odierna sarà tutta ad Ovest, verso l'Oceano. Dopo aver attraversato la cittadina di Akjoujit dove poter fare rifornimento di viveri e carburante, superiamo un impianto di estrazione e stoccaggio di oro e rame per inoltrarci in una immensa steppa, su una immaginaria pista e tanti slalom tra gruppi di dune. Incontreremo terreni di tutti i tipi, duri, soffici ed insabbiati, che per circa 200 km metteranno alla prova veicoli, pneumatici e piloti. L'incontro con i dromedari sarà sintomatico della presenza dei pozzi d'acqua disseminati in questa parte selvaggia di deserto. Dopo tanti giorni di viaggio, giunti all'Oceano, una lunga cavalcata di oltre 80 km su una spiaggia deserta, a ridosso dell'Oceano, interrotta solo a tratti dai numerosi pescatori che parcheggiano le loro coloratissime barche sulla battigia. In effetti, queste acque costiere sono tra le più pescose dell'Africa Occidentale. Una volta giunti ad un tipico villaggetto di pesca, dopo aver distribuito gli immancabili "cadeau" alle frotte di bambini festanti, potremo acquistare del pesce ancora vivo e, per risollevare spirito e corpo, finalmente godere di un meritato bagno tra le acque cristalline. Campo in bivacco sulla spiaggia.
NB: il transito sulla spiaggia sarà regolato dalla marea, perché in molti punti le alte dune ci impedirebbero di rientrare in sicurezza. Pertanto questa giornata potrebbe variare di itinerario, o essere sostituita con il transito interno e non sulla spiaggia.

13° giorno (VEN): BANC D'ARGUIN / NOUADHIBOU (370km)
Oggi attraveriamo il Parco Naturale del Banc D'Arguin, patrimonio dell'umanità. Si tratta di un'area protetta ed un famoso asilo per uccelli migratori. Le sue coste ospitano nidi di fenicotteri, gambecchi frullini, pellicani e sternidi, in una concentrazione unica per questa regione. Inoltre, la grande quantità di terreno paludoso ospita oltre due milioni di uccelli provenienti dall'Europa settentrionale, dalla Siberia e dalla Groenlandia fino a formare la più grande colonia dell'Africa occidentale. Lasciamo il parco e, su asfalto raggiungiamo la città di Nouadhibou. Nouadhibou è la seconda città della Mauritania e polo commerciale del paese. Si trova sulla penisola di Capo Blanco, un promontorio di 60 chilometri diviso dal confine tra la Mauritania e il Sahara occidentale, ed è la capitale della regione del Dakhlet. Ma è anche la stazione di arrivo del treno del ferro, quello che abbiamo atteso, visto ed incontrato nel tratto desertico nei nostri primi giorni in Mauritania. Prima di fermarci in un campeggio locale, raggiungeremo il Cabo Blanco, il punto più a sud della penisola, che ospita la più grande popolazione di Foca Monaca sopravvissuta della specie, e l'unico sito rimasto che sembra ancora preservare una struttura di colonia. Il porto di Nouadhibou è forse uno dei più grandi centri per lo smaltimento dei relitti navali, ed offre uno spettacolo davvero desolante... o affascinante, secondo i punti di vista. Rientriamo in campeggio per la sosta. Serata libera e cena non compresa, in quanto i numerosi ristorantini locali di pesce saranno certamente una più golosa attrazione per tutti.

14° giorno (SAB): NOUADHIBOU / DAKHLA (390km)
Giro di boa. Iniziamo il viaggio di rientro verso l'Europa fermandoci alla frontiera mauritana prima di passare di nuovo in Marocco, dove i controlli si faranno particolarmente lunghi e meticolosi. Terminata la noiosa trafila, prendiamo subito la direzione di Dakhla. Sosta per la classica foto cartello del Tropico del Cancro prima di montare il campo in bivacco a ridosso della laguna di Dakhla.

15° giorno (DOM): DAKHLA / LAAYOUNE (490km)
Anche oggi ci attende una lunga galoppata su asfalto, intramezzata da rinfrescanti bagni nell'oceano. Sosta in campeggio per il pernottamento.

16° giorno (LUN): LAAYOUNE / SIDI IFNI (510km)
Dopo l'ultimo rifornimento di carburante a prezzo conveniente, lasciamo il Western Sahara in direzione di Tan Tan. Proseguiamo a nord e, dopo aver attraversato il centro di Guelmine, raggiungiamo Sidi Ifni dove ci attende il nostro campeggio locale sul mare.

17° giorno (MAR): SIDI IFNI / MARRAKECH (410KM)
Velocemente raggiungiamo Agadir per prendere l'autostrada che ci condurrà al nostro bellissimo campeggio di Marrakech, con piscina ed idromassaggio. Possibilità di bungalow (extra, non compreso).

18° giorno (MER): MARRAKECH (0km)
Giorno di totale relax, oppure giorno cuscinetto per recuperare eventuali ritardi nell'itinerario. In caso di sosta, giornata libera e cena non compresa.

19° giorno (GIO): MARRACHECH / TANGERI-MED / ALGESIRAS (620km)
Continua il Trasferimento autostradale verso l'Europa. Raggiungiamo il porto di Tangeri-Med per l'imbarco con il primo traghetto utile per la Spagna. Dopo gli ultimi controlli e le immancabili fiches, saliamo a bordo in attesa di sbarcare ad Algesiras (Spagna). Giunti in Spagna, FINE DEI NOSTRI SERVIZI. Nei pressi di Algeciras, sosta in campeggio per il pernottamento (extra, ingresso e pasti non compresi).

20° giorno (VEN): ALGESIRAS / VALENCIA (760km)
Il nostro Capogruppo inizierà il rientro verso Barcellona sulle comode e veloci autostrade spagnole. Chiunque desideri accodarsi per rientrare in compagnia, sarà il benvenuto ma, essendo terminati i nostri servizi, il rientro sarà con spese di pernottamento e pasti a cura del Partecipante. Sosta in campeggio presso Valencia (extra, ingresso e pasti non compresi).

21° GIORNO (SAB): VALENCIA / BARCELLONA (380km)
Giunti a Barcellona lasciamo ad ognuno la scelta per il rientro in patria, se con trasferimento stradale o con nave da Barcellona. E ora che dire? Abbiamo macinato chilometri su chilometri, tanta strada ma altrettante emozioni di hanno accompagnato quotidianamente in questa avventura. Come sempre, la Mauritania avrà lasciato il suo indelebile segno anche nella tua memoria?

CARATTERISTICHE

GRADO DI DIFFICOLTÀ, PARTECIPAZIONE E DURATA DEL VIAGGIO IN MAURITANIA
Questo programma ha un grado di DIFFICOLTÀ Elevata. Per la partecipazione occorrono adeguate condizioni psico-fisiche ed un veicolo 4x4, di proprietà o a noleggio, guidato dal Partecipante. L’itinerario ha una lunghezza totale di oltre 9.000 km tra asfalto, piste insabbiate e piste dure, tole ondulee, sentieri, tratturi di montagna anche pietrosi, fuoripista su sabbia e dune. Non sono necessarie modifiche o preparazione dei veicoli ed è richiesta l'autonomia di viaggio descritta alla voce "DOTAZIONE OBBLIGATORIA". Si tratta di itinerari fuoristrada in avventura, un viaggio di gruppo adatto ai ragazzi, purché i genitori siano consapevoli delle problematiche dei campi in bivacco delle temperature e della situazione di scarse condizioni igieniche del paese. Sono indispensabili lo spirito di avventura, di corpo, di adattamento e di fattiva collaborazione in quanto, per la tipologia stessa del viaggio, si prevede il coinvolgimento diretto dei Partecipanti, dei loro veicoli e della loro attrezzatura, nelle situazioni di intervento e di supporto verso gli altri Partecipanti.
CARATTERISTICHE DEL VIAGGIO ED ASSISTENZA
È da ricordare che si tratta di un viaggio di gruppo in località desertiche, sono quindi necessari: l’ottima condizione psicofisica ed un veicolo in perfetta efficienza meccanica con gommatura con spalla alta. S’informa che la tipologia stessa del viaggio di gruppo prevede il coinvolgimento diretto dei Partecipanti nelle varie situazioni e che le condizioni fisiche, la salute, l’esperienza, le capacità dei Partecipanti, come l’affidabilità dei loro veicoli, non possono essere verificate a priori, pertanto l’accettazione dei Partecipanti si basa sul buon senso e sulle dichiarazioni fornite dai Partecipanti stessi. Durante il viaggio, ogni Partecipante non è mai obbligato a fare più di quanto ritiene sufficiente di voler fare e, in ogni momento, potrà richiedere al Capogruppo l’assistenza o le informazioni sull’itinerario previsto e successivo. Valutate le capacità proprie e le caratteristiche del veicolo, per necessità, obblighi o libera scelta, l’equipaggio potrà decidere se interrompere o variare l’itinerario comune, concordando con il Capogruppo la migliore soluzione possibile che, per motivi di bisogno o di sicurezza, potrà anche necessitare dell’intervento di personale o veicoli esterni di supporto, di assistenza o di aiuto, con relative spese a carico del Partecipante stesso. Data la particolarità del viaggio, si informa che gli itinerari o le destinazioni potranno essere soggetti a variazione o modifica per le diverse tempistiche di viaggio, per problemi fisici o meccanici, l’autonomia di persone e veicoli, per particolari condizioni meteo, per il mancato rilascio dei necessari visti o autorizzazioni, per divieti, per necessità, per motivi di salute o di sicurezza e per tutte quelle situazioni impreviste o non prevedibili. Durante l’itinerario verrà fornita tutta l’assistenza possibile, anche meccanica in base alle tempistiche ed ai ricambi necessari, forniti o disponibili in loco. L’uso del telefono satellitare per le chiamate di emergenza è gratuito. Il capogruppo parte da Livorno e potrà fornire le carte di imbarco e l’assistenza doganale all’imbarco, a bordo nave, e doganale allo sbarco, solo ai Partecipanti che hanno richiesto la biglietteria. Per i partecipanti che desiderano partire da altri porti o con altri mezzi o date, l’inizio dei servizi sarà a Fes, Marocco, il 4° giorno e termineranno a Tangeri Med, Marocco, il 12° giorno. Con partenza in nave da Livorno e rientro in nave su Genova, la durata del viaggio è di 15 giorni, compresi i giorni partenza e rientro.
NORME DI SICUREZZA E DI CONDOTTA
La sicurezza è il nostro obiettivo principale e non sarà tollerato alcun comportamento contrario a questo obiettivo. Tutte le informazioni, i consigli e gli avvertimenti del Capogruppo sono dettati da una sola parola d'ordine: la sicurezza. Il Capogruppo sarà a disposizione per fornire informazioni sugli itinerari e sul viaggio, sulle tecniche di guida, per pareri e consigli, ma nessuno dovrà mai dimenticare le più elementari norme di sicurezza. Per questi motivi, gli itinerari si svolgeranno in colonna, collegati con radio ricetrasmittente CB, obbligatoria per la partecipazione. In finale, sarà sufficiente attenersi alle indicazioni date, evitando i funambolici rischi che possano mettere a repentaglio l’incolumità propria o altrui, o i veicoli stessi, per essere protagonisti in prima persona di una fantastica avventura. Durante il viaggio, i Partecipanti sono tenuti a rispettare e indicazioni date dal Capogruppo, così come gli orari di sosta, partenza e movimento del gruppo e pertanto, nel rispetto di tutti i Partecipanti, la non presentazione per qualsiasi motivo, come l’impossibilità alla partenza, alla prosecuzione del viaggio o l’allontanamento volontario e non concordato dalle tracce o dall’itinerario comune, equivalgono all’abbandono del gruppo, con conseguente rinuncia all’assistenza ed ai servizi acquistati, almeno fino al ricongiungimento con il gruppo stesso.
NB: la legislazione marocchina e' particolarmente severa nei confronti di chi utilizza o detiene hascish o sostanze stupefacenti, anche se si tratta di piccole quantita' ad uso personale.
PRENOTAZIONE ON-LINE
Per la prenotazione è richiesto il versamento del 25% della quota totale di partecipazione. La quota di saldo rimanente, verrà richiesta 30 giorni prima della partenza, solo dopo la conferma di partenza, che verrà comunicata alla composizione del gruppo o, al massimo, entro alla data di saldo. A seguito della conferma di partenza, e della ricevuta di saldo, verrà inviata la email di convocazione e di appuntamento del gruppo. In caso di partenza non confermata per la mancata costituzione del gruppo, ovvero per il mancato raggiungimento del numero minimo di partecipanti, sarà rimborsata la intera quota versata, comprese le eventuali assicurazioni supplementari stipulate. Diversamente, il Partecipante ha facoltà di trasferire la quota versata, e l'eventuale maggior sconto acquisito in sede di prenotazione, su un'altra partenza. L'eventuale differenza di importi in aumento o diminuzione, verrà calcolata a conguaglio, con integrazione o restituzione dei relativi importi a differenza.
NUMERO MINIMO, CONFERMA DI PARTENZA E PRENOTAZIONE
Si tratta di un viaggio di gruppo e la conferma della partenza, che verrà comunicata al massimo entro 30 giorni dalla data di partenza, è vincolata alla costituzione di un gruppo, composto da minimo 16 adulti. Per prenotare sono richiesti il 25% di anticipo. Il saldo verrà richiesto solo successivamente alla comunicazione di 'PARTENZA CONFERMATA'. Qualora la partenza dovesse non essere confermata, provvederemo in tempi brevissimi alla restituita della intera la quota versata ed a comunicare un 'Codice Personale' che permette di trasferire l'eventuale maggior sconto acquisito con la prenotazione, su qualsiasi altra destinazione, data o partenza presente in catalogo con uno sconto inferiore.

Se hai difficoltà, o se qualcosa non è chiaro e vuoi delucidazioni o maggiori informazioni, siamo a tua disposizione in orario di agenzia ai numeri indicati di fianco.

COMPRENDE

LA QUOTA INDIVIDUALE COMPRENDE
- 8 pernottamenti in campeggi (in Marocco ed in Mauritania);
- 9 pernottamento con campo in bivacco;
- Primo piatto caldo serale (pasta) sempre nei campi in bivacco, e nei campeggi se non diversamente indicato nel programma;
- Capogruppo italiano auto-munito, con funzioni di apripista;
- Caffè italiano con moca lungo gli itinerari;
- Assistenza doganale e logistica;
- Assistenza tecnica e meccanica, compatibile con tempo e ricambi;
- Utilizzo gratuito del telefono satellitare (con SIM propria);
- Polizza sanitaria Allianz Assistance Globy Rosso con estensione Covid;
- Gadget VIAGGI4X4 ad equipaggio.

LA QUOTA INDIVIDUALE NON COMPRENDE
- Quota di gestione pratica (conteggiata a parte);
- Il passaggio in nave per passeggeri e veicoli (facoltativo, conteggiato a parte);
- I campeggi ed i pasti in Spagna;
- I pasti non indicati, le bevande, gli extra;
- Le mance, gli ingressi in parchi e musei;
- Il visto d'ingresso in Mauritania (persone e veicolo);
- Le eventualo assicurazioni obbligatorie per il veicolo;
- Quanto non specificato in "LA QUOTA INDIVIDUALE COMPRENDE"

POLIZZA SANITARIA
È compresa la polizza sanitaria Allianz Assistance Globy Rosso. Leggi il Fascicolo Informativo (http://globy.allianz-assistance.it/fascicoli_informativi/revisioni/2012-10/fascicolo_r.pdf).
Ai partecipanti è data facoltà di estendere i massimali o di integrare la copertura con polizza di annullamento/rinuncia al viaggio Globy Giallo.

PARTENZE E VETTORI
Per una migliore sicurezza sanitaria, e per un maggior contenimento dei costi, abbiamo preferito evitare il trasferimento via nave fino in Marocco ad esclusione dell'indispensabile traghetto da Algeciras (Spagna) e Tangeri-Med (Marocco), e viceversa. Pertanto il luogo di appuntamento, incontro con il Capogruppo, ed inizio dei servizi, sono previsti a Barcellona (Spagna). Per raggiungere Barcellona sarà necessario il trasferimento autonomo dei Partecipanti, che potranno decidere se viaggiare via terra, oppure via nave, provvedendo all'acquisto della biglietteria in autonomia solo dopo aver ricevuto conferma di partenza, o richiedendola alla nostra agenzia. Al rientro, dato che normalmente molti partecipanti decidono di prolungare in autonomia la propria vacanza, giunti ad Algeciras, località di fine dei nostri servizi, chi vorrà approfittare per visitare altre località spagnole o portoghesi, potrà farlo sganciandosi dal gruppo. Abbiamo preferito lasciare questa opportunità ai Partecipanti, senza aggravare di costi un servizio di rientro che molti preferiscono non utilizzare. Il Capogruppo rientrerà comunque a Barcellona, e chi lo desidera potrà effettuare il trasferimento di ritorno con il Capogruppo secondo quanto indicato nell'itinerario descritto, con spese di pernottamento e pasti non compresi. Pertanto, sulla base di quanto descritto, ufficialmente i nostri servizi inizieranno a *Barcellona e termineranno ad *Algeciras (*Spagna).

DOTAZIONI

DOTAZIONE OBBLIGATORIA
PER IL VEICOLO:
- RICETRASMITTENTE CB con ANTENNA ESTERNA;
- 700 km di autonomia totale di carburante (serbatoio e taniche)
(per un consumo medio di 4-5 km/ litro, calcolare circa 140-150 litri totali, serbatoio compreso);
- 2 ruote di scorta complete di cerchio;
- 1 camera d'aria nuova;
- Compressore d'aria efficiente;
- Adeguati ganci di ancoraggio anteriori e posteriori;
- 1 fettuccia per il recupero (tipo strops) e almeno 2 grilli;
- Estintore o inibitore di fiamma, ben posizionato;
- Triangolo d'emergenza;
- Olii diversi per motore, cambio/differenziale, idroguida, freni, cambio automatico;
- Cinghie motore, filtri, cavi batteria;
- I ricambi che desiderate portare o che ritenete utili, idonei o necessari;
- Attrezzatura meccanica e chiavi per bulloneria particolare (inglese/americana).

PER I PASSEGGERI:
- Giubbetto catarifrangente per ogni passeggero a bordo.
- Tenda, materassino alto e morbido, non tipo autogonfiabile (sono consigliate la tenda da tetto o dormire all'interno del veicolo);
- Sacco a pelo e coperte adeguati alla stagione;
- Repellente per insetti e zanzare;
- Tavolino e sedie da pic-nic;
- Telo ombreggiante;
- Lampada portatile o frontale;
- Cambusa viveri di base, reintegrabile in loco;
- 15 litri di acqua potabile per ogni persona;
- 30 litri di Scorte d'acqua per usi diversi;
- Vino, birra e alcolici, sono da portare esclusivamente dall'Italia.
ATTENZIONE: non essendo possibile smaltire con frequenza i propri residui di cibo, ognuno dovrà organizzarsi per portare con sè la propria spazzatura fino al suo regolare smaltimento. Pertanto, si consiglia di non utilizzare bottiglie o contenitori in vetro, prefendo contenitori in plastica o cartone. Diversamente, per motivi di sicurezza a bordo, gli eventuali contenitori in vetro e metallo dovranno essere riposti negli stessi scomparti iniziali.

NOLEGGIO
- Possibilità di noleggio ricetrasmittente CB (info in agenzia);
- Possibilità di noleggio telefono satellitare Thuraya (esclusa SIM).

DOTAZIONE CONSIGLIATA
- Taniche per carburante in metallo;
- Taniche o serbatoio in plastica robusta per l'acqua;

SISTEMAZIONE NEI CAMPEGGI
Nei campeggi sono comprese le quote per l’ingresso di persona, tenda e veicolo. Qualora fosse possibile pernottare in bungalow o camere, la quota è extra da saldare in loco al Capogruppo. È consigliato dormire in macchina o in tenda da tetto, oppure una buona tenda con chiusura ermetica, unitamente ad un materassino morbido e alto, con gonfiatore elettrico (i materassini autogonfiabili sono poco inidicati).

PASTI E BEVANDE
Ai campi e nei campeggi, alla sera, il capogruppo preparerà un primo piatto caldo di pasta e caffè ai pasti e lungo l'itinerario. Le bevande non sono comprese. I pasti itineranti sono a cura del Partecipante, pertanto sarà utile predisporre una cambusa viveri, integrabile in loco con acqua e prodotti freschi, come pane, frutta e verdura. Vino, birra e alcolici dall’Italia.

DOCUMENTI

DOCUMENTI NECESSARI
- Passaporto in regola*;
- Patente italiana**;
- Carta di circolazione per il veicolo***;
- Certificato di proprietà del veicolo;

NB: ( per i cittadini italiani)
(*) - Il Passaporto dovrà avere validità di almeno 6 mesi dalla data di rientro;
(**) Non occorre la patente internazionale;
(***) DELEGA A CONDURRE: se il veicolo è intestato a persona non presente, oppure a leasing, finanziarie o società/ditte, occorre delega notarile per condurre il veicolo all’estero, in originale (no fotocopie/no fax);

ATTENZIONE:
- ASSICURAZIONE MAROCCO: se la CARTA VERDE non prevede il Marocco, in dogana sarà possibile stipulare una polizza temporanea, circa 95,00 euro.
- ASSICURAZIONE MAURITANIA: obbligatoria la polizza di assicurazione temporanea, circa 37,00 euro.
- VISTO DI INGRESSO IN MAURITANIA PER LE PERSONE: visto obbligatorio, circa 120,00 euro per persona.
- VISTO DI INGRESSO IN MAURITANIA PER IL VEICOLO: visto obbligatorio, circa 50,00 euro.


PER I MINORI - ATTENZIONE: in base alla circolare 2081 del Ministero dell'Interno, a decorrere dalla data del 26/06/2012, per l'attraversamento delle frontiere, tutti i minori dovranno essere dotati di documento di viaggio personale (passaporto, o carta d'identità dove accettata). PERTANTO, DAL 26 GIUGNO 2012 NON SONO PIÙ ACCETTATI I FIGLI REGISTRATI SUI PASSAPORTI DEI GENITORI, BENSÌ OGNI VIAGGIATORE DOVRÀ AVERE IL SUO PASSAPORTO. (Leggi Circolare 2081 del Ministero dell'Interno)

PRECAUZIONI SANITARIE
PER IL MAROCCONon è richiesta alcuna vaccinazione preventiva obbligatoria ma, come per ogni viaggio, è buona regola portare con sé i normali medicinali d'uso personale come: antidiarroici, antifebbrili, antibiotici, antinfiammatori, cortisonici, sulfamidici e disinfettanti per i cibi e le mani. Si fa notare che solo nei maggiori centri abitati è possibile richiedere l’intervento medico, generalmente di buon livello professionale, mentre le farmacie sono numerose e generalmente ben fornite. Il servizio ambulanza risulta invece generalmente inadeguato.
MALATTIE PRESENTI: Si registrano casi di epatite e, più raramente, di tifo (malattie endemiche in Marocco). Si segnala una recrudescenza di casi di rabbia, che hanno provocato un numero elevato di decessi nella popolazione locale, non solo rurale. Si raccomanda di contattare immediatamente un medico in caso di morsi o graffi da parte di animali, anche domestici.

PER LA MAURITANIA
La situazione sanitaria è quella tipica di un paese in via di sviluppo con un’elevata incidenza di malattie infettive. Le strutture sanitarie sono assai carenti. E’ possibile che i farmaci acquistati in loco si rivelino contraffatti. Si consiglia, pertanto, di portare con sé dall’Italia eventuali farmaci specialistici di propria necessità.
MALATTIE PRESENTI: epatite A e B, tetano, meningite, febbre gialla e malaria.
Si consiglia, previo parere medico, la vaccinazione contro l’epatite A e B, il tetano, la meningite e la febbre gialla. La profilassi antimalarica è consigliata nel periodo luglio-dicembre;

CONSIGLI VALIDI PER MAROCCO E MAURITANIA
- NON bere solo acqua e bibite in bottiglia senza l’aggiunta di ghiaccio; utilizzare acqua bollita o minerale anche per l’igiene orale;
- EVITARE gli insaccati locali, i frutti di mare crudi, ortaggi e verdura cruda, frutta non sbucciata e latte non pastorizzato. I disturbi gastro-intestinali sono frequenti accompagnati da diarrea e/o vomito ed anche febbre.
- CONSUMARE solo CIBI BEN COTTI.

TASSO ALCOLEMICO NEL SANGUE
In Marocco ed in Mauritania, non sono tollerate tracce di alcol. Il tasso alcolemico nel sangue deve essere dello 0,00%. Se un guidatore viene sospettato di essere sotto l'influenza di alcol, può essere sottoposto ad un prelievo o a qualsiasi altro test di rilevamento. Le pene conseguenti sono molto severe, punibili con l'arresto.

POLIZZA SANITARIA
NB: ogni partecipante è coperto da polizza sanitaria internazionale Allianz Globy Rosso.